domenica 19 novembre 2006

Ultima poesia per Laura

Vuoti silenzi senza la tua voce
riempivano la mente di domande inutili
che mai risposte hanno ottenuto.

Rinchiusa nell'indecisione e la paura
ti sei nascosta bene dietro i
"non so che voglio dalla vita",
Ma non ho atteso a lungo per capire
che non servivano parole,
nel nostro ultimo bacio poche sere fà
ho avuto le risposte che cercavo.

Non sei più l'angelo che amavo
sei diventata ghiaccio arido
e hai congelato dentro le emozioni
di quella naturale tua debolezza
che agli occhi miei ti rendeva unica.

Mi resta di te il ricordo
e le tante foto che ancora guardo,
capaci di strapparmi un sorriso
per attimi di gioia indimenticati.

Ti preferisco qui su questa carta
quando ogni tuo sorriso per me
illuminato dalla forza dell'amore
ti rendeva bella più del cielo.

Ora che come amica mi sorridi
non sei diversa da nessuno,
e il mio desiderarti nella vita
svanisce lentamente con l'amore.



(Avrei voluto postare qui la foto per mostrarvi quel sorriso
che tanto parla d'amore, ma non voglio invadere la sua privacy
ed interferire in nessun modo con la sua carriera.)



A volte è strano quanto si possa continuare ad amare il ricordo di un amore, e sorridere a quel ricordo come se fosse ancora reale.
Con in mano le sue fotografie,  rivivo alcuni dei più bei momenti della mia vita, che mai potrò cancellare dalla mente. Io amo la ragazza di questa foto e ricambio il suo immortalato sorriso, perchè sono sicuro che in quei momenti ogni suo sorriso era dedicato a me, ed in quei sorriso sapevo leggere tutto il suo amore.
Ma se la guardo adesso dal vivo, non provo le stesse cose, mi scivola addosso questa distanza ed un intimità perduta come se lei non fosse la ragazza della foto. E' proprio vero che quando non si è amati si finisce a non amare, perchè si è troppo legati a quel ricordo troppo perfetto che ora non esiste più...