lunedì 24 marzo 2014

Ferrara dal lento incedere

La mia mente si spegne e muore nel caos cittadino,
soffoco nello smog ed ansimo di stress in una continua corsa contro il tempo.
Nella natura e nella pace di un incedere lento, di città popolate di sole bici e pedoni, rinasco.
Prendo di nuovo a scrivere poesie, a sognare, vivere.
Come se questi occhi non chiedessero che vedere pietre rosse e merli di torri medievali.
Questa città fatta di Medioevo e rinascimento, mi tiene vivo e mi cattura il cuore.